So cosa cerco...ma non il suo nome

#1
Ciao Ragazzi!! Sono un felice Fenderista alla ricerca di una seconda chitarra che mi permetta sonorità diverse da quelle con cui ho vissuto in questi 10 anni...La mia idea sarebbe trovare una chitarra con il selettore in alto, come le Les Paul per intenderci, con un single coil al manico ed un humbuker splittabile al ponte...In linea di massima ho cercato in casa Fender, Gibson e PRS che sarebbero i miei team favoriti, ma non ho ancora trovato un modello con queste caratteristiche. L'idea era di tenere un tetto massimo di 700 euro senza dover cadere in una entry level...Spero abbiate delle idee da propormi!! Conto su voi :-)\n\nN.B.: Al momento ho una fender stratocaster messicana del 2001 su cui ho montato dei pick up N3 noiseless ed un push pull sulla manopola del tono per avere la possibilità di attivare la combinazione ponte+manico e quella ponte+centrale+manico
Fender Stratocaster Mexico 2001\nGibson SG Standard 2013\nPod Line6 HD400\nHughes & Kettner Blue edition 60R\nShure SM57

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#2
sono caratteristiche molto particolari.\n\nCon i pickup così me ne vengono in mente poche, e sono introvabili (Gibson SGZ o SG double, ESP page hamilton, la nuova ibanez satriani, e qualche telecaster di sicuro) ma hanno tutte il selettore in basso.\n\nNon ti conviene prendere una LP e farla modificare, sostituendo il pickup e modificando l'elettronica per lo split?
Fender Strat Am. St. 1991
Gibson LP Studio 2002
Takamine P1DC
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821

https://www.facebook.com/upset.milano/
https://www.facebook.com/insolitamente.trio

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#3
Ciao Ian!! Grazie mille per le dritte!!! Avevo preso in considerazione l'idea di una LP ma purtroppo mi manderebbe fuori bugget...è difficile trovarle sotto i mille euro con una qualità di base che valga la pena di spendere centinaia di euro per customizzarle...parlo delle entry level che stanno producendo negli ultimi anni di cui leggo spesso cose piuttosto negative (LPJ e altre...). poi per carità, non avendo esperienza diretta mi limito a questa considerazione. Potrei avere mille smentite a riguardo forse. Una soluzione più facilmente rintracciabile a questo punto potrebbe essere forse quella di avere due humbucker ma entrambi splittabili :?: Non amo particolarmente il design delle Ibanez, sono più retrò diciamo...comunque per ora volo a informarmi sui modelli che mi consigli dato che nella mia ignoranza non ne avevo mai sentito parlare :o La cosa positiva è che non ho fretta di scegliere...questo mi da la possibilità di valutare bene cosa acquistare prima di trovarmi pentito...
Fender Stratocaster Mexico 2001\nGibson SG Standard 2013\nPod Line6 HD400\nHughes & Kettner Blue edition 60R\nShure SM57

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#4
Ciao Giusco, la pacifica 611 che possiedo, ha un humbucker al ponte splittabile e un P90 al manico, potresti (anche se secondo me sarebbe un'aberrazione) sostituire il P90 con un single coil e poi per quel che riguarda lo switch dei PU idem.....
Music Man Silhouette Special H-s-s Purple/White customized Seymour Duncan SH-5 + MP Pickups red rooster/minihumbucker strato by Marco Pontillo\nYamaha Pacifica 611HFM Translucent Purple\nYamaha THR10\nKong Pandora mini\n\nBrian May sound addicted\n\nPosso ascoltare tutti i chitarristi e imitare il loro suono, ma non posso fare Brian May. Lui semplicemente cammina su un altro piano. (cit. Steve Vai)

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#5
Alcune Telecaster hanno il selettore in alto, per esempio la '72 Custom, ma questa ha un humbucker al manico e il single al ponte, che è il contrario di quel che cerchi. \nFossi in te punterei su un modello stile Les Paul, sostituendo i due pot del volume con dei push-pull per lo split dei singoli pickup, e avresti molte configurazioni possibili.\nNon esiste solo la Gibson comunque...ora mi vengono in mente le PRS SE Singlecut o Tremonti, o anche la 245 a scala corta, ma ci sono molte altre alternative di varie marche.
PRS SE Custom 22 (2008) • Squier Jagmaster Vista Series MIJ (1997) • Ibanez Performer PF200 MIJ (1978) • Ibanez AEG10E • Guitarreros\nEM-Drive (DIY)Tube Screamer (DIY) • Boss ME-70 • TC-Electronic Hall Of Fame • Alesis Quadraverb (1989) • Ebow • Cello bow\nFender Frontman 212R • Roland MobileCube

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#6
Di solito le chitarre con la forma LP hanno sempre due humbucker o due P90... e se è così di sicuro un motivo ci sarà! :) \nNon credo che esista già una chitarra come la cerchi tu.\n\nComunque, se i 700 sono anche per una chitarra usata, secondo me ti conviene prenderti una bella ESP LTD EC-1000 e montargli due humbucker splittabili così puoi avere single coil ed humbucker sia al ponte che al manico. Se ti trovi con il manico con i tasti extra jumbo per il resto ha una suonabilità fantastica.\n\nE non scarterei nemmeno l'idea della les paul studio o una tribute... vedi qui: recensioni/les-paul-tribute-70-s-t23226.html\n\nHo visto le nuove Studio 2014 e sono molto belle per meno di 900 euro! Le LPJ invece alla vista mi sembravano parecchio inferiori.
Fender Stratocaster American Standard, Gibson Les Paul Custom Black Beauty, Ibanez AEL-40SE, Testata Brunetti XL-REVO LTD, Casse Brunetti Customwork Cab 4x12 CW-412 e 2x12 CW-212, Roland Micro Cube, TC Polytune + TC Mojo Mojo Overdive + TC Hall of Fame Reverb + Voodoo Lab Analog Chorus + MXR Carbon Copy Delay\n\nChitarre che ho avuto: Fender Stratocaster Standard MEX, Ibanez RG-2550Z Prestige

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#7
Anzi se non sbaglio la nuova studio 2014 ha già i push pull per splittare gli humbucker
Fender Stratocaster American Standard, Gibson Les Paul Custom Black Beauty, Ibanez AEL-40SE, Testata Brunetti XL-REVO LTD, Casse Brunetti Customwork Cab 4x12 CW-412 e 2x12 CW-212, Roland Micro Cube, TC Polytune + TC Mojo Mojo Overdive + TC Hall of Fame Reverb + Voodoo Lab Analog Chorus + MXR Carbon Copy Delay\n\nChitarre che ho avuto: Fender Stratocaster Standard MEX, Ibanez RG-2550Z Prestige

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#8
SteveCustom77 ha scritto:Non credo che esista già una chitarra come la cerchi tu.
\nIn realtà non sono poi troppo rare le Telecaster con humbucker al ponte e single coil al manico, anche se poche volte hanno lo switch in alto. In quel caso però ti porteresti a casa il "suono Telecaster".\n\nVoglio dire, riferendomi a Giusco, il wiring e il tipo di pickup hanno sicuramente una grande influenza sul suono, ma ci sono moltissimi altri fattori secondo me molto più importanti nella scelta di un nuovo strumento, prima di tutto il feeling generale, la comodità del manico, legni, stile costruttivo, tipo di ponte ecc...\nNel messaggio precedente ho scritto "Fossi in te punterei...", ma in realtà è un "Fossi in me", perché è una scelta dettata dai miei gusti.\nDicci magari cosa suoni e che tipo di suono vorresti ottenere dalla nuova chitarra. Considerando che alla fine ogni modifica in termini di wiring e pickup non è impossibile.
PRS SE Custom 22 (2008) • Squier Jagmaster Vista Series MIJ (1997) • Ibanez Performer PF200 MIJ (1978) • Ibanez AEG10E • Guitarreros\nEM-Drive (DIY)Tube Screamer (DIY) • Boss ME-70 • TC-Electronic Hall Of Fame • Alesis Quadraverb (1989) • Ebow • Cello bow\nFender Frontman 212R • Roland MobileCube

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#9
Grazie mille ragazzi!!! Diciamo che la "fissa" per il single coil al manico arriva dal fatto che sia per certi assoli che per certe ritmiche in brani funky mi sono sempre trovato bene con la strato...in quei casi infatti usavo il pick up al manico per gli assoli in pulito o crunch e manico + ponte per le ritmiche. Temo (magari erroneamente) che l'humbucker possa avere una sonorità meno tagliente...per quello pensavo che con un single coil al manico e l'humbucker splittabile al ponte avrei potuto, in caso di necessità, ricreare la sonorità stratocaster. Fondamentalmente se avessi due humbucker entrambi splittabili sarebbe comunque una soluzione di tutto rispetto...Per quanto riguarda invece il selettore, pensavo che averlo in alto (o almeno un po' più a destra rispetto ad una strato) renderebbe meno probabile l'azionamento involontario, dato che ogni tanto mi capita di picchiarci dentro. La cosa complessa è che essendo l'unico chitarrista del gruppo ed avendo una scaletta molto varia (dai Doors ai Beatles passando per i Pink Floyd, James Brown, Doobie Brothers, Toto, Santana, Bon Jovi...), sarebbe utile puntare ad ottenere uno strumento il più possibile versatile...senza sperare nei miracoli, ovvio! :) Per il momento, immaginando che gli humbucker fossero sempre splittabili, stavo prendendo in considerazione la famiglia PRS con la "SE Tremonti", la "SE Custom" o la "SE Santana" perchè ho letto che le PRS hanno il manico è molto simile a quello Fender. In casa Gibson potrei arrivare ad una "LPJ" o una "LP 70s Tribute" (magari la wine red) mentre in casa Fender, (fantasticando solo perchè costa una cifra!) la "Select Carved Maple Top Jazzmaster" così per condividere con voi le mie fantasie :oops: L'unica certezza che ho è sul ponte, nel senso che non usando affatto il tremolo (nella mia strato l'ho bloccato) avrei preferito un ponte fisso...Spero di non avervi annoiato con questo eccesso di delucidazioni! :!
Fender Stratocaster Mexico 2001\nGibson SG Standard 2013\nPod Line6 HD400\nHughes & Kettner Blue edition 60R\nShure SM57

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#10
Maggot ha scritto:
SteveCustom77 ha scritto:Non credo che esista già una chitarra come la cerchi tu.
\nIn realtà non sono poi troppo rare le Telecaster con humbucker al ponte e single coil al manico, anche se poche volte hanno lo switch in alto. In quel caso però ti porteresti a casa il "suono Telecaster".
\nScusa ma odio talmente la telecaster che non so nemmeno che modelli ci siano! :) :) :)
Fender Stratocaster American Standard, Gibson Les Paul Custom Black Beauty, Ibanez AEL-40SE, Testata Brunetti XL-REVO LTD, Casse Brunetti Customwork Cab 4x12 CW-412 e 2x12 CW-212, Roland Micro Cube, TC Polytune + TC Mojo Mojo Overdive + TC Hall of Fame Reverb + Voodoo Lab Analog Chorus + MXR Carbon Copy Delay\n\nChitarre che ho avuto: Fender Stratocaster Standard MEX, Ibanez RG-2550Z Prestige

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#11
Giusco ha scritto:Grazie mille ragazzi!!! Diciamo che la "fissa" per il single coil al manico arriva dal fatto che sia per certi assoli che per certe ritmiche in brani funky mi sono sempre trovato bene con la strato...in quei casi infatti usavo il pick up al manico per gli assoli in pulito o crunch e manico + ponte per le ritmiche. Temo (magari erroneamente) che l'humbucker possa avere una sonorità meno tagliente...per quello pensavo che con un single coil al manico e l'humbucker splittabile al ponte avrei potuto, in caso di necessità, ricreare la sonorità stratocaster. Fondamentalmente se avessi due humbucker entrambi splittabili sarebbe comunque una soluzione di tutto rispetto...Per quanto riguarda invece il selettore, pensavo che averlo in alto (o almeno un po' più a destra rispetto ad una strato) renderebbe meno probabile l'azionamento involontario, dato che ogni tanto mi capita di picchiarci dentro. La cosa complessa è che essendo l'unico chitarrista del gruppo ed avendo una scaletta molto varia (dai Doors ai Beatles passando per i Pink Floyd, James Brown, Doobie Brothers, Toto, Santana, Bon Jovi...), sarebbe utile puntare ad ottenere uno strumento il più possibile versatile...senza sperare nei miracoli, ovvio! :) Per il momento, immaginando che gli humbucker fossero sempre splittabili, stavo prendendo in considerazione la famiglia PRS con la "SE Tremonti", la "SE Custom" o la "SE Santana" perchè ho letto che le PRS hanno il manico è molto simile a quello Fender. In casa Gibson potrei arrivare ad una "LPJ" o una "LP 70s Tribute" (magari la wine red) mentre in casa Fender, (fantasticando solo perchè costa una cifra!) la "Select Carved Maple Top Jazzmaster" così per condividere con voi le mie fantasie :oops: L'unica certezza che ho è sul ponte, nel senso che non usando affatto il tremolo (nella mia strato l'ho bloccato) avrei preferito un ponte fisso...Spero di non avervi annoiato con questo eccesso di delucidazioni! :!
\n\nPer il funky e ritmiche in clean la strato con i single coil è sempre il top. \nIo per la mia sto assemblando proprio adesso una nuova elettronica tutta Suhr con l'humbucker al ponte. Questo proprio perché sui distorti più pieno e rotondo e sicuramente meno acido del single coil. Inoltre l'ho preso con un'alta uscita in modo da poter sfruttare l'aumento di volume e a 4 conduttori per poterlo splittare ed usare quindi la bella combinazione di centrale + ponte quasi come prima.\n\nIn casa PRS ho visto un nuovo modello SE che pensavo di prendermi ed è la Bernie Madersen: http://www.prsguitars.com/seberniemarsden/\n\n
Immagine
\n\nQuesta ha il ponte fisso come lo vuoi tu. Occhio con la Tremonti che ha degli hunbucker belli spinti e non so se vadano bene per quello che suoni tu. La Santana è una double cut che a me non sono mai piaciute tanto come forma.\n\nRiguardo al manico non scartare Gibson a priori perchè i nuovi manici slim sono molto sottili. nono sonocome il fender come forma ma potrebbero piacerti lo stesso. Io uso il modern C della fender sulla strato e lo slim sulla gibson Custom e mi piacciono tutti e due, anzi a dire il vero mi piace di più il gibson perchè è più arrotondato. lì poi la differenza la fa anche la tastiera! Se da quasi 60 anni la chiamano "fretless wonder" ci sarà pure un motivo! :) \n\nIo ti consiglio di andare in un negozio ben fornito in un giorno infrasettimanale e di fare qualche prova con calma! Io tutte le volte che ho acquistato una chitarra sono entrato in negozio con un'idea e poi sono uscito con un'altra cosa! :-P
Fender Stratocaster American Standard, Gibson Les Paul Custom Black Beauty, Ibanez AEL-40SE, Testata Brunetti XL-REVO LTD, Casse Brunetti Customwork Cab 4x12 CW-412 e 2x12 CW-212, Roland Micro Cube, TC Polytune + TC Mojo Mojo Overdive + TC Hall of Fame Reverb + Voodoo Lab Analog Chorus + MXR Carbon Copy Delay\n\nChitarre che ho avuto: Fender Stratocaster Standard MEX, Ibanez RG-2550Z Prestige

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#12
Verissimo! La "prova su strada" è una cosa essenziale quando si parla di chitarre. Non so perchè l'idea del manico "cicciotto" in stile Gibson m'ha sempre preoccupato. Avendo le mani piccole ho sempre immaginato potesse essere meno comodo però ignoravo totalmente che ci fossero dei modelli "slim"! Buono a sapersi...Sperando che questo tipo di manico sia disponibile anche nei modelli di fascia media perchè purtroppo Gibson è un nome piuttosto pesante dal punto di vista economico. Come scrivevo, avevo preso in considerazione le "Faded" e le "LPJ" ma tolto il prezzo c'era poco che mi attraeva. Molto carina invece la "PRS Bernie Madersen" ne terrò conto! Direi che a questo punto, grazie al vostro contributo, le linee guida della mia ricerca stanno andando su percorsi forse un po' più semplici in cui cercare: Due humbucker splittabili, ponte fisso, manico slim, selettore in alto...la ricerca continua! :)
Fender Stratocaster Mexico 2001\nGibson SG Standard 2013\nPod Line6 HD400\nHughes & Kettner Blue edition 60R\nShure SM57

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#13
Giusco ha scritto:Verissimo! La "prova su strada" è una cosa essenziale quando si parla di chitarre. Non so perchè l'idea del manico "cicciotto" in stile Gibson m'ha sempre preoccupato. Avendo le mani piccole ho sempre immaginato potesse essere meno comodo però ignoravo totalmente che ci fossero dei modelli "slim"! Buono a sapersi...Sperando che questo tipo di manico sia disponibile anche nei modelli di fascia media perchè purtroppo Gibson è un nome piuttosto pesante dal punto di vista economico. Come scrivevo, avevo preso in considerazione le "Faded" e le "LPJ" ma tolto il prezzo c'era poco che mi attraeva. Molto carina invece la "PRS Bernie Madersen" ne terrò conto! Direi che a questo punto, grazie al vostro contributo, le linee guida della mia ricerca stanno andando su percorsi forse un po' più semplici in cui cercare: Due humbucker splittabili, ponte fisso, manico slim, selettore in alto...la ricerca continua! :)
\nGuarda, per risponderti alla questione del manico PRS, premettendo subito che ho le mani di una signorina :) \nCome vedi dalla mia firma ho due PRS SE, la Custom ha un manico che per me è davvero perfetto: sottile al punto giusto, di certo non ai livelli delle Ibanez o simili, e comodissimo (ovviamente parere personale!).\nLa Soapbar II invece ha un manico un po' più cicciotto, oltre al peso maggiore. Non credo sia ai livelli di una Les Paul (non ricordo con precisione perché le ho provate solo in negozio) ma sicuramente riempie di più la mano.\n\nTutto ciò per dirti che potrebbero avere due linee di profili di manici differenti, sempre se non hanno cambiato nulla nelle produzioni (la Custom è del 2008 e la Soapbar del 2005), e di provare più modelli se non ti trovi con il primo che suoni.
PRS SE Custom 22 (2008) • Squier Jagmaster Vista Series MIJ (1997) • Ibanez Performer PF200 MIJ (1978) • Ibanez AEG10E • Guitarreros\nEM-Drive (DIY)Tube Screamer (DIY) • Boss ME-70 • TC-Electronic Hall Of Fame • Alesis Quadraverb (1989) • Ebow • Cello bow\nFender Frontman 212R • Roland MobileCube

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#14
Ciao Maggot!! Anzitutto grazie mille per la tempestività della tua risposta! Sto vagando nel web da un'oretta almeno e devo dire che non immaginavo che la "PRS SE Custom 22" fosse così rara...nella maggior parte dei casi, specialmente per quanto concerne il nuovo, è molto più diffusa la versione a 24 tasti...Nel basso della mia inesperienza probabilmente sceglierei a priori la 22 essendo abituato ai 21 della mia strato...Per quanto riguarda la versatilità invece penso proprio che la Soapbar II sia stata una scelta azzeccata per ottenere risultati migliori nei clean...cosa difficoltosa invece per una "Tremonti" per quanto mi raccontavi...Non mi resta che cercare un negozio ben fornito e fare delle prove ;-) Se nel frattempo dovesse saltar fuori qualche altro modello o marca sarò felice di stilare una lista delle possibilità da vagliare prima della scelta definitiva...Più modelli, più chances di avvicinarmi a ciò che cerco [guitar2]
Ultima modifica di Giusco il 14/mar/2014, 00:27, modificato 1 volta in totale.
Fender Stratocaster Mexico 2001\nGibson SG Standard 2013\nPod Line6 HD400\nHughes & Kettner Blue edition 60R\nShure SM57

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#15
Giusco ha scritto:Ciao Maggot!! Anzitutto grazie mille per la tempestività della tua risposta! Sto vagando nel web da un'oretta almeno e devo dire che non immaginavo che la "PRS SE Custom 22" fosse così rara...nella maggior parte dei casi, specialmente per quanto concerne il nuovo, è molto più diffusa la versione a 24 tasti...Nel basso della mia inesperienza probabilmente sceglierei a priori la 22 essendo abituato ai 21 della mia strato...Per quanto riguarda la versatilità invece penso proprio che la Soapbar II sia stata una scelta azzeccata per ottenere risultati migliori nei clean...cosa difficoltosa invece per una "Tremonti" per quanto mi raccontavi...Non mi resta che cercare un negozio ben fornito e fare delle prove ;-) Se nel frattempo dovesse saltar fuori qualche altro modello o marca sarò felice di stilare una lista delle possibilità da vagliare prima della scelta definitiva...Più modelli, più chances di avvicinarmi alla versatilità di cui necessito [guitar2]
\nSì, hai ragione! Da un po' di anni hanno accantonato la 22 per la 24 con ponte tremolo. Guarda, alla fine sono due tasti in più, se non li usi rimangono lì, non lo vedo come un grosso problema. C'è il discorso che con le chitarre a 22 tasti il pickup al manico si trova all'altezza del 24esimo e quindi riesca a captare più armoniche, ma non mi sono mai informato abbastanza e quindi mi fermo qui...\nLa Soapbar II ha un impatto molto medioso e pieno sui puliti, forse un po' troppo per i miei gusti, ma se riesci a trovarla in qualche negozio provala!
PRS SE Custom 22 (2008) • Squier Jagmaster Vista Series MIJ (1997) • Ibanez Performer PF200 MIJ (1978) • Ibanez AEG10E • Guitarreros\nEM-Drive (DIY)Tube Screamer (DIY) • Boss ME-70 • TC-Electronic Hall Of Fame • Alesis Quadraverb (1989) • Ebow • Cello bow\nFender Frontman 212R • Roland MobileCube

Re: So cosa cerco...ma non il suo nome

#16
Forse ci siamo!! Grazie ai vostri suggerimenti ho finalmente trovato questi 6 modelli che hanno, chi più chi meno, ciò di cui necessito: Ponte fisso, Manico comodo, suono versatile (in qualche caso), la potenza degli humbuckers (a volte più, altre meno) e la possibilità di splittarli all'occorrenza. Il prezzo si aggira più o meno sulle stesse cifre. Nei primi due casi la produzione è americana...sebbene non sia del tutto convinto che corrisponda ad un valore aggiuntivo. Aspettando l'occasione per poterle provare personalmente vorrei chiedere se per caso qualcuno di voi ha esperienza diretta (o indiretta) con uno di questi strumenti...Grazie mille a tutti per la disponibilità :-)\n\nFender American Special Jazzmaster\nFender American Special Mustang\n\nPaul Reed Smith SE Custom 22\nPaul Reed Smith SE Single cut\n\nGibson LP Studio 70's tribute\nGibson LPJ Studio
Fender Stratocaster Mexico 2001\nGibson SG Standard 2013\nPod Line6 HD400\nHughes & Kettner Blue edition 60R\nShure SM57

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron