Uscire dal mix con PU al manico

#1
Da un paio d'anni ormai utilizzo sempre e solo il pick up al manico quando suono a casa o in sala, i suoni che ne escono mi piacciono tantissimo, i puliti sono tondi e ciccioni come li ho sempre cercati, con il Blackstar settato molto leggero ottengo un overdrive che mi piace moltissimo lasciando comunque parte del clean nelle note basse ed in accoppiata con il Muff ho quel distorto stoner potente e quadrato che per me è perfetto.
Anche quando vado in sala nonostante gli ampli che trovo non siano il massimo riesco comunque ad ottenere un suono per lo meno decente ma ho difficoltà ad uscire dal mix a meno che non sparo il volume quasi al massimo (con perdita totale dell'headroom ovviamente), utilizzando il pick up al ponte invece riesco a bucare il mix ma con un suono davvero orrendo, nel gruppo siamo in tre: chitarra basso e batteria.
Per la vostra esperienza voi cosa mi consigliate di provare?
Di solito setto gli ampli praticamente in flat ed aggiungo un pò di medi e tolgo un pò di bassi a seconda della necessità ma evito sempre settaggi estremi.
Tempo fà, non ricordo dove, lessi che è buona norma sostituire i pot delle Gibson per "stappare" il suono dei pick up e renderli meno scuri, quanto c'è di vero?
Gibson Les Paul Studio red wine gold hardware '95 / Squier Telecaster Deluxe
Electro Harmonix Memory Man Hazarai / Electro Harmonix Cathedral / Blackstar HT Dual / Electro Harmonix Little Big Muff / Electro Harmonix Pulsar / Boss RC1 / Korg Pitchblack / Danelectro Daddy O / Ibanez TC7 / E bow
Fender HotRod Deville 212

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#2
Benvenuto nel club !

Io uso un settaggio un po' particolare nell'eq dell'ampli... bassi a ore 10, medi e alti a ore 3, presence se c'è ore 12. Non è che l'ho inventato io... ho guardato che facevano i fratelli Young visto che hanno un suono un giusto un po' fenomenale ^^
Così riesco ad uscire abbastanza facile. Però ho un single coil. con l'humbucker in linea di massima ho sempre avuto questo problema ... un po' lo compenso con il bright dell'ampli (se c'è) o comunque sparando gli alti.
Ma, ahimè, secondo me al manico l'humbucker è una vera e propria maledizione ^^
Meglio un coil o al limite un p90...

Sull'elettronica interna alle chitarre... beh, se metti dei pot più trasparenti guadagni sulle alte, in linea di massima.
Poi puoi anche guardare se val la pena cambiare il condensatore del tono (trovi tutte le modifiche online).
Fender Strat Am. St. 1991
Gibson LP Studio 2002
Takamine P1DC
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821

https://www.facebook.com/upset.milano/
https://www.facebook.com/insolitamente.trio

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#4
Ian per me più che maledizione l'humbucker al manico è croce e delizia, suona maledettamente bene da solo ma in gruppo faccio sempre fatica a farmi sentire anche a volumi molto alti :D
Comunque devo provare questo settaggio che mi dicevi, magari riesco a trovare un giusto compromesso, per fortuna sia il mio Fender sia gli ampli che uso in sala hanno lo switch per il bright, magari ne tiro fuori qualcosa di decente.
Per quanto riguarda i pick up, sicuramente con un single coil/p90 sarebbe tutto più semplice ma se possibile vorrei evitare di sostituirli per il momento, l'idea di un'accoppiata di p90 sulla Gibson mi attira già da un pò ma non mi sono mai posto più di tanto il problema e pure volendo prenderli non saprei come farli entrare nello scasso per humbucker.

PRS ha scritto:Io non ho capito il problema.Bucare il mix?...Riguardo ai pots alcune gibson(credo le più vecchie)montano dei pot da 300K(in commercio dovresti trovare il 330K) anzichè da 500K.Questo rende il suono meno rotondo.E' una questione di gusti.


Con bucare il mix intendo avere un suono che mi fà emergere rispetto agli altri strumenti, avendo un suono molto scuro di base anche a volumi molto alti è difficile farmi sentire rispetto a basso e batteria, cosa che accuso ancora di più in questa formazione dove sono l'unico chitarrista.
La mia chitarra è una vecchia Gibson studio del 95 comprata usata anni fà, che io sappia il vecchio proprietario non ha mai toccato l'elettronica e neanche io non capendoci molto, mi informerò su questi pot che dici, già da tempo avevo intenzione di sostituire quelli del volume non essendo lineari e quindi non essendo adattissimi per giochetti con lo slow attack
Gibson Les Paul Studio red wine gold hardware '95 / Squier Telecaster Deluxe
Electro Harmonix Memory Man Hazarai / Electro Harmonix Cathedral / Blackstar HT Dual / Electro Harmonix Little Big Muff / Electro Harmonix Pulsar / Boss RC1 / Korg Pitchblack / Danelectro Daddy O / Ibanez TC7 / E bow
Fender HotRod Deville 212

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#5
Nel caso, oramai si trovano comunemente dei P90 formato humbucker.
Fai un po' di esperimenti, comunque, e vedi che succede.
Ma una soluzione alla Brian May? Un treble boost?
Fender Strat Am. St. 1991
Gibson LP Studio 2002
Takamine P1DC
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821

https://www.facebook.com/upset.milano/
https://www.facebook.com/insolitamente.trio

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#6
Ian ha scritto:Nel caso, oramai si trovano comunemente dei P90 formato humbucker.
Fai un po' di esperimenti, comunque, e vedi che succede.
Ma una soluzione alla Brian May? Un treble boost?


Per quanto riguarda il discorso P90, ho trovato in giro sulla rete varie soluzioni ma si trattano o di PU super economici oppure esageratamente costosi, diciamo che il problema principale è un pò una mia fissa, ossia questa chitarra è nata con gli humbucker e non voglio snaturarla troppo visto che comunque mi ci trovo molto bene e riesco a tirarci fuori suoni carini anche se non ha i migliori PU, sembra stupido da dire ma se dovessi passare definitivamente ai p90 preferisco prendere direttamente un'altra chitarra che già ce li ha di base.

Per quanto riguarda il treble boost invece, se intendi a pedale anche a questo avevo già pensato ma mi sono visto costretto ad accantonare l'idea per vari motivi
1) ho la pedaliera strapiena già così
2) i pedali booster ho sempre cercato di evitarli perchè o sono costosi o non fanno proprio quello che promettono come ad esempio l'lpb1 che ho avuto in passato, per i soli l'ho trovato un ottimo boost soprattutto per quello che costa ma non è un vero e proprio clean boost, lo xotic costa troppo e l'mxr personalmente non mi ha detto niente.
3) già adesso che non utilizzo boost ho comunque difficoltà a non superare l'headroom degli ampli con i vari effetti che devo usare in clean, i pick up di loro comunque spingono, il problema è più di "frequenze" piuttosto che di volume in sè.

Informandomi invece sulla modifica treble bleed ho notato che nel caso mio non servirebbe a molto perchè si parla di mantenere intatte le frequenze alte abbassando il volume dal pot della chitarra, ma non usandoli tranne che in parti con slow attack non ne vedo l'utilità, correggetemi se sbaglio, in ogni caso più tardi per curiosità apro il vano elettronica e vedo cosa c'è montato, non lo apro da quando la comprai...
Gibson Les Paul Studio red wine gold hardware '95 / Squier Telecaster Deluxe
Electro Harmonix Memory Man Hazarai / Electro Harmonix Cathedral / Blackstar HT Dual / Electro Harmonix Little Big Muff / Electro Harmonix Pulsar / Boss RC1 / Korg Pitchblack / Danelectro Daddy O / Ibanez TC7 / E bow
Fender HotRod Deville 212

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#7
Credo che se non risolvi equalizzando a dovere l'ampli debba ripiegare su una scatoletta.Anche l'equalizzatore della Boss potrebbe essere un'alternativa ed ha pure un controllo volume.La morte sua sarebbe collegarlo in send/return anche per via del rumore che genererebbe.Da valutare anche un parametrico.Col pot da 300K rendi il suono un pochino più medioso,ma non fa comunque miracoli.
http://pc-zone.it

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#8
PRS ha scritto:Credo che se non risolvi equalizzando a dovere l'ampli debba ripiegare su una scatoletta.


Ma infatti con il senno di poi mi sà che è l'unica alternativa, personalmente preferisco provare con un equalizzatore a pedale piuttosto che un booster in modo tale da avere un pò più controllo sul suono, la cosa del rumore però non la sapevo, personalmente non mi piace mettere i pedali in send/return perchè in cascata nell'ampli ho più controllo sul mix generale di ogni effetto.
Ho dato anche una controllata all'elettronica (se riesco vi carico una foto fatta con il cellulare), difficilmente si capisce cosa c'è scritto sui pot ma sono riuscito a leggere parte delle sigle:
Toni: 440-71079A R137950 (sembra il codice completo)
Volumi: 440-7003 9504 (solo parte del codice)
Ho fatto una veloce ricerca su internet e sono solo riuscito a capire che DOVREBBE trattarsi dell'elettronica originale Gibson ma non sono riuscito a capire che tipo di pot sono.
Link foto:
https://ibb.co/ccTRR6
Gibson Les Paul Studio red wine gold hardware '95 / Squier Telecaster Deluxe
Electro Harmonix Memory Man Hazarai / Electro Harmonix Cathedral / Blackstar HT Dual / Electro Harmonix Little Big Muff / Electro Harmonix Pulsar / Boss RC1 / Korg Pitchblack / Danelectro Daddy O / Ibanez TC7 / E bow
Fender HotRod Deville 212

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#10
Non hai pensato a cambiare tipo di corde? Mettere delle corde in acciaio dovrebbe incrementare la risposta agli estremi di banda, inclusa una bella fetta di alti, e usciresti più definito rispetto alle leghe di nikel
Fender Strat Am. St. 1991
Gibson LP Studio 2002
Takamine P1DC
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821

https://www.facebook.com/upset.milano/
https://www.facebook.com/insolitamente.trio

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#11
Io mi regolo con il pot del volume: lo tengo sempre a metà o a 3/4, in modo da avere un margine di volume da utilizzare quando necessario.
Alla fine tra sale prove e serate, non uso quasi mai il mio ampli e diventa difficile trovare un'equalizzazione che vada sempre bene
"Don't tell me the sky is the limit when there are footsteps on the moon"
Lettura consigliata: Netiquette

Re: Uscire dal mix con PU al manico

#12
PRS ha scritto:IO comunque non toccherei lo strumento e mi concentrerei più sul suono dell'ampli.

Ti dirò, io MI AUGURO di non dover modificare niente nello strumento, negli anni sono diventato molto attaccato all' "originalità" dello strumento anche se non di fascia alta, o magari sono solo diventato estremamente pigro e non mi và più di cercare humbucker, mascherine, viti ed altro :D
Scherzi a parte credo comunque sia importante sapere cosa è montato sul proprio strumento anche per conoscerne i limiti sonori, non conotrollavo l'elettronica da quando la comprai usata e comunque all'epoca non ne sapevo più di ora.

Ian ha scritto:Non hai pensato a cambiare tipo di corde? Mettere delle corde in acciaio dovrebbe incrementare la risposta agli estremi di banda, inclusa una bella fetta di alti, e usciresti più definito rispetto alle leghe di nikel

Ian ho cambiato scalatura di corde da pochissimo, più per una questione di tensione, ed il suono di per sè già è migliorato parecchio rispetto a prima.
Non mi sono mai informato però sulle varie tipologie di corde per quanto riguarda i materiali, utilizzo da anni Ernie Ball solo perchè avendo quella cosa del sudore che rovina in fretta le corde sono le uniche che mi durano intorno ai due mesi senza annerirsi o doverle pulire continuamente.
Attualmente utilizzo delle Ernie Ball 12-56 ma se hai qualche tipo di corda/marchio da consigliarmi sono tutto orecchie!

CoB ha scritto:Io mi regolo con il pot del volume: lo tengo sempre a metà o a 3/4, in modo da avere un margine di volume da utilizzare quando necessario.
Alla fine tra sale prove e serate, non uso quasi mai il mio ampli e diventa difficile trovare un'equalizzazione che vada sempre bene

Sfortunatamente per me il problema non è il tipico "non buco il mix negli assoli", neanche li faccio, ma proprio in generale, nelle parti con overdrive o fuzz nessun problema ma nelle parti clean ed effettate con ambienti vari (che sono il 90% dei nostri pezzi) vengo quasi sempre sovrastato dagli altri strumenti nonostante abbia l'ampli quasi al massimo o comunque alla soglia dell'headroom concesso, quindi penso sia più un mio errore di regolazione in generale dei suoni piuttosto che del tipo di ampli su cui suono...
Inoltre il giochetto del pot del volume in alcuni pezzi devo sfruttarlo ma all'opposto, volume al massimo durante il pezzo e a 3/4 durante le parti con l'ebow altrimenti sfondo i timpani a chiunque :D
Gibson Les Paul Studio red wine gold hardware '95 / Squier Telecaster Deluxe
Electro Harmonix Memory Man Hazarai / Electro Harmonix Cathedral / Blackstar HT Dual / Electro Harmonix Little Big Muff / Electro Harmonix Pulsar / Boss RC1 / Korg Pitchblack / Danelectro Daddy O / Ibanez TC7 / E bow
Fender HotRod Deville 212

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti