Autodidatta o Maestro?

#1
Siamo alle solite con due scuole di pensiero, anzi, l'autodidatta ha dei limiti se confrontato a uno che va dal maestro?\nI grandi chitarristi non hanno studiato, ma se l'avessero fatto sarebbero diventati ancora più grandi?

Re: Autodidatta o Maestro?

#2
se si ha la disponibilità, maestro. almeno per l'impostazione di base. lo dico da autodidatta.
Fender Strat Am. St. 1991
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC

Re: Autodidatta o Maestro?

#3
Con il maestro impari in maniera costante, da autodidatta alternerai periodi in cui avrai degli apprendimenti "massivi" ad altri in cui imparerai poco o nulla.\nSe puoi, quindi, il maestro è la scelta migliore anche se all'inizio può essere noioso
"Don't tell me the sky is the limit when there are footsteps on the moon"
Lettura consigliata: Netiquette

Re: Autodidatta o Maestro?

#6
Rispondo maestro pure io ;) ! Sono andato a lezione per soli due anni purtroppo, poi per impossibilità non ho potuto proseguire le lezioni. Ho notato che da autodidatta faccio progressi minimi rispetto a prima. \nSecondo me non sarebbe cambiato molto se i "grandi" fossero andati a lezione, proprio perché dotati di un talento eccezionale.
Chitarre : Fender Stratocaster Classic '50s mex\n G&L Tribute Asat Deluxe carved top\n EKO Ranger 6\n Norman B18 cw tobacco burst 4T Fishman Presys\n Ibanez Artcore AS 53\nAmplificatori : Orange Tiny Terror combo\n Marshall Ms2\nEffetti : VOX Big Ben Overdive

Re: Autodidatta o Maestro?

#7
un maestro abbrevierà i tempi di apprendimento rispetto ad un autodidatta...imparerai prima e in maniera sicuramente corretta,mentre da autodidatta potrai cadere in degli errori o soffermarti più del dovuto su un argomento...praticamente secondo me da autodidatta fai il giro largo...per quanto riguarda la seconda domanda: musicisti si nasce!!! lo si può anche diventare ma chi ce l'ha nel sangue è su un altro pianeta!!
yamaha pacifica 212 vqm- seymour duncan little 59' neck e JB bridge\nfender mustang 1 20w\nzoom g2\nfender CD60CE natural\npeavey composer ukulele\nH B copia jazz bass 1970

Re: Autodidatta o Maestro?

#8
Io mi pento di non aver preso lezioni di chitarra quando potevo. La cosa importante è non farsi sopraffare dagli spartiti.Bisogna imparare a suonare anche di istinto,sviluppare e lavorare sull'improvvisazione .Non sono pochi gli strumentisti(forse un po' meno i chitarristi) che con spartito fanno grandi cose ,ma senza non si racapezzano più.
http://pc-zone.it

Re: Autodidatta o Maestro?

#9
CoB ha scritto:da autodidatta alternerai periodi in cui avrai degli apprendimenti "massivi" ad altri in cui imparerai poco o nulla.
\n\nQuoto alla stragrande!\n\nDa autodidatta posso dire che non so quale sia la combinazione giusta.\nHo dei periodi di calma piatta in cui suono e amen, poi comincia a farmi schifo come suono, cerco di non arrendermi di migliorare qualcosa ma ormai la frittata è fatta.. con frustrazione lascio stare la chitarra per 1 o 2 giorni sentendomi un fallito.. Poi quando la riprendo mi rendo conto di aver fatto dei miglioramenti eccezionali dall'ultima volta che ho suonato non so se capita anche a voi o se sono l'unico..\n\nQuoto anche chi dice che con il maestro invece apprendi prima ed in maniera costante ma da autodidatta vedo che riesco ad imparare pezzi ad orecchio ad una velocità nettamente superiore rispetto a chi è andato da un maestro e va teorico come un robot iniziando a chiedersi quale scala, quale tempo, quale modo ecc ecc\nQuindi senza dubbio la necessità aguzza... l'orecchio!\n\nPerò d'altra parte mi rendo conto che rispetto ad alcuni miei "coetanei" (chitarristicamente parlando, da chi suona da tanto tempo quanto me) mi manca il "tocco".\nSe vi stiate chiedendo a cosa mi riferisca ascoltate Greg Koch quando prova le chitarre nei video di WildWood Guitars e avrete la risposta. Ciò che io non diventerò mai campassi 100 anni.\n\nPer quanto riguarda i grandi chitarristi secondo me il loro talento ed il loro stile è esploso grazie all'essere autodidatta. I più grandi tra i grandi è gente che ha imparato da sola con una chitarra vecchia e spesso senza corde. Tranne Hendrix che ha imparato suonando una scopa ma questa è storia e Hendrix è Hendrix.\n\nScusate il papiro ma avete toccato un argomento che mi interessa molto :P \n\nSimone
Immagine

Immagine

Gear
Vintage V100
Marshall JCM2000 DSL401
Epiphone Les Paul Custom w/ Seymour Duncan Alnico II Pro Slash Signature
Fender Kingman SCE
Marshall Valvestate 8080

Re: Autodidatta o Maestro?

#10
Concordo con Sick...anch'io ogni tanto mi fermo e riprendo la chitarra dopo un paio di giorni e mi rendo conto di essere migliorato, come se il mio cervello avesse "assorbito" quello che stavo imparando prima e ora sia in grado di eseguirlo.\nCerto ci metti parecchio tempo, e secondo me arriverai ad un livello in cui più di tanto, senza un aiuto professionale, non potrai fare da solo.
"Don't tell me the sky is the limit when there are footsteps on the moon"
Lettura consigliata: Netiquette

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti