La rovina della musica

#1
No, non voglio parlare del gaffone fatto dalla rai che ha giustamente confuso la chitarra con il basso e gene simmons con paul stanley [chair] \n\npiuttosto di un esperienza personale fatta in una delle tante feste di quartiere, più precisamente questa era una sacra della patata (no, non quella li... quella che si mangia).\nPaesino di montagna (neanche tanto ino visto che è piuttosto conosciuto, parlo del comune di leonessa) in provincia di rieti, tante bancarelle con assaggini di ogni tipo (si questo è il motivo principale per cui ci vado ogni anno) patate di prima qualità (sempre quelle che si mangiano, ma non si esclude la presenza anche di quelle altre), panino con salsiccia (buona) e bicchiere di vino (imbevibile) patate fritte (immangiabili) e palco con comico e band da paese.\nil comico l' ho visto poco e capito meno e non siamo in un forum di recitazione quindi passiamo alla parte importante:\n\nil gruppo, che aveva anche il fegato di chiamarsi ORCHESTRA due di pikke, era composto da 4 zingare e un decelebrato che avrei volentieri malmenato con la sua amata console.\neh si, il "concerto" consisteva in: base + voce. la musica era buona, tutto sommato carina da sentire, han "suonato" pezzi di beatles, rolling stones, queen, little tony, chuck berry, bob marley e battisti tra quelli che ricordo, quindi si può dire un repertorio tutto sommato buono.\n\ntralasciando il fatto che il frontman ha gaffato incredibilmente quando, sulle note iniziali di satisfation, ovviamente registrate, dice "ed ora un pezzo dei BEATLES", il punto è: quanto possono essere ridicoli (ed odiosi) 5 tizi che si atteggiano come star (il mitico frontman che con la faccia convinta porgeva l' orecchio al pubblico al termine di ogni pezzo, come se si aspettasse degli applausi che giustamente NON arrivavano, e infatti quando se ne sono resi conto hanno iniziato a farseli da soli, con un file REGISTRATO) che non hanno la dignità neanche di suonare pezzi incredibilmente banali come satisfation?? cioè, non è la prima volta che li vedo, il tizio aveva una chitarra sul palco, e ricordo di avergliela vista usare nella sigla di dragonball... cosa faceva? gli accordi in pulito. ovviamente, SULLA BASE REGISTRATA. \n\nqualcuno sa spiegarmi che senso abbia un gruppo del genere?? quello di prendere abbondantemente per il culo gente che ha speso soldi per gli strumenti e tempo per le prove per fare decentemente un pezzo, mentre loro tanto facilmente premono play sulla console per la base, "cantano" (come se ci volessero chissà quali abilità per cantare pezzi di quel tipo) e al termine della canzone premono di nuovo play per farsi gli applausi? \n\ncapisco che la musica alla fine era ascoltabile, ma, riferito a chi ha organizzato la festa, non è forse più conveniente attaccare direttamente il registratore, invece che chiamare sti tizi qua che, cosa che mi fa rabbia più di tutte, vengono anche PAGATI???\n\nun po uno sfogo, un po per vedere se anche qualcun' altro ha avuto modo di ammirare le abilità di gente del genere, un po per sentire cosa ne pensa il forum.\nso che molto probabilmente non ho detto niente di nuovo, ma come già detto mi è servito anche come sfogo 8)
Damiano, Roma (romanina) \n\ngruppo hard rock/metal cerca possibilità di live.\n\nStrumentazione:\nchitarra Eko VL-480 con pick up seymour duncan JB & '59\namplificatore Roland Cube 20X\npedali Metal Muff, Boss SD-1 SuperOverdive, Whawha Crybaby

Re: La rovina della musica

#2
hahahaha, sicuramente chi ha organizzato la cosa, l'ha fatto a risparmio e ha preso il gruppo o pseudo tale più economico... tanto di solito, a questo tipo d feste partecipa quasi sempre gente che sta li per mangiare come maiali e cazzeggiare allegramente con un bicchiere di vino in mano e che probabilmente neanche si sarà accorta del triste errore beatles/rolling stone...
MusicMan JP6 full opt - Ibanez S 540 LTD'93 Custom Made - Sterling Jp100\nLine6 Pod Xt-Jim Dunlop Crybaby-Aria 2 Pro Compressor - Seymour Duncan Sfx01\nhttp://WWW.ALEXMARIANI.COM\nascolta il mio nuovo lavoro "Collage" \nhttp://www.alexmariani.com/collage/collage.html

Re: La rovina della musica

#3
sasix79 ha scritto:hahahaha, sicuramente chi ha organizzato la cosa, l'ha fatto a risparmio e ha preso il gruppo o pseudo tale più economico... tanto di solito, a questo tipo d feste partecipa quasi sempre gente che sta li per mangiare come maiali e cazzeggiare allegramente con un bicchiere di vino in mano e che probabilmente neanche si sarà accorta del triste errore beatles/rolling stone...
\n\ntipo me :-P \n\nma è più di un anno che li vedo sempre alla stessa festa, solo stavolta mi sono messo a sentirli bene XD
Damiano, Roma (romanina) \n\ngruppo hard rock/metal cerca possibilità di live.\n\nStrumentazione:\nchitarra Eko VL-480 con pick up seymour duncan JB & '59\namplificatore Roland Cube 20X\npedali Metal Muff, Boss SD-1 SuperOverdive, Whawha Crybaby

Re: La rovina della musica

#4
costano poco, in genere hanno il service loro visto che con due casse fai tutto, e soprattutto il volume in questi casi si può abbassare a piacere così non si da "fastidio" a chi spende per mangiare.\n\nTanto oramai la musica live è morta e sepolta, al pubblico non selezionato non piace più. Persino le orchestre del liscio non sono più orchestre ma normalmente delle coppie di cantanti di cui l'uomo fa finta di tenere in mano una chitarra e armeggia con il pc.\n\nOltretutto, il cachet si divide in meno persone.
Fender Strat Am. St. 1991
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC

Re: La rovina della musica

#5
per questo dicevo: facevano prima ad attaccare direttamente il registratore, senza chiamare nessun gruppo che avrebbe preteso dei soldi :P
Damiano, Roma (romanina) \n\ngruppo hard rock/metal cerca possibilità di live.\n\nStrumentazione:\nchitarra Eko VL-480 con pick up seymour duncan JB & '59\namplificatore Roland Cube 20X\npedali Metal Muff, Boss SD-1 SuperOverdive, Whawha Crybaby

Re: La rovina della musica

#6
Ciao Damy\n la rovina della musica e' che non e' materia di studio gia' dalle scuole elementari,non e' assistito chi vuole o ha semplicemente bisogno di credito ,cioe soldi,per comprarsi la strumentazione....etcetc etc.come succede,per coincindenze?ma forse no nei paesi del nord europa..vedi Svezia e altri.Ovvero manca la cultura ma questo ce lo diciamo da anni con la differenza che 20/25 anni fa' non c'era internet e tutto quel che ne consegue.\nDetto questo,puo' darsi che nella sagra di paese,e avendo passato almeno una 15 d'anni di vacanze nel trentino, ne ho viste parecchie, ti costano poco fanno divertire,in alcuni casi anche ballare gli over 60,in questo contesto ce puo' anche stare...\nper fortuna c'e anche l'altra parte della medaglia come per esempio,la birreria che frequento alla domenica sera ospita nella stagione invernale la Ticinum Jazz Band ,piu' swing e dixie che vero jazz,ma composta da appassionati dai 50 anni in su,alcuni sono anche insegnati di musica, che potrebbero stare a casa sotto la copertina calda e che invece hanno ancora grinta e "fame"... e ti assicuro che il gestore ha messo le prenotazione ai tavoli per evitare troppo affollamento!!!\nDirei che con questi esempi c'e di che ben sperare!!

Re: La rovina della musica

#7
Ma guarda, di questi fenomeni ne vedo parecchi in genere. \nGente che mortifica sè stessa. Credo che il problema sia più loro che degli altri. \nLa cosa migliore da fare è cercare di offrire buona musica e buone performance in modo che fenomeni del genere possano essere "sommersi" da un'offerta migliore.
I don't feel too steady on my feet \nI feel hollow I feel weak \nPassion fruit and holy bread \nFill my guts and ease my head \nThrough the early morning sun \nI can see her here she comes

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti