Stompbox dal sapore Orange

#1
Gli Orange sono amplificatori molto particolari. Hanno contribuito negli anni 70 a creare un certo tipo di sonorità British (Led Zeppelin, Black Sabbath) e in tempi più recenti hanno trovato casa in un certo tipo di metal dal suono "grosso" e non troppo tagliente. Per non parlare del brit-pop (il suono degli Oasis). Diciamo che molti artisti, comunque, hanno un Orange nel loro arsenale anche se raramente lo mostrano sul palco (Bill Gibbons ZZ-Top, per esempio).
Sono rimasti negli anni ampli un po' di nicchia, vuoi perché non hanno mai investito molto in endorsement, vuoi perché costano una fucilata (lasciando perdere le cineserie a transistor), vuoi perché pesano una tonnellata, vuoi perché hanno sempre mantenuto una filosofia di fondo che vede il chitarrista adattarsi all'ampli, più che il contrario (troviamo molti monocanale, senza loop effetti, senza reverbero, con controlli all'osso o molto diversi da quelli standard).

Personalmente li adoro. Per mille motivi, non per ultimo quello economico, non ho mai potuto averne uno ma ogni volta che ho potuto metterci le mani mi sono divertito tantissimo. Hanno quel suono grosso, caldo e medioso - meno vetroso dei Marshall, con tanta dinamica. Bello gonfio sulle medie, ma con una sfrangiatura sulle alte tutta sua che buca il mix come pochi senza tuttavia (a parer mio) diventare fastidiosa (in alcuni ampli, infatti, è presente uno specifico controllo dedicato al gain delle alte frequenze, nonché un potenziometro che permette di muovere la frequenza centrale della banda media, o altri controlli similari).

Finita la chiacchiera, preso atto che non mi potrò mai permettere un Orange di quelli belli (e che comunque non avrei voglia di portarmelo in giro :D), mi son guardato attorno per trovare un'alternativa più compatta.

Per quello che riguarda il digitale, devo dire che sono rimasto molto deluso dalle varie emulazioni sul mercato. Multieffetti e plugin, almeno quelli che ho provato (non sono arrivato fino ai Kemper... magari lì è diverso), non riescono a catturare l'essenza di questi ampli. Del resto, si sa che il digitale (che io difendo comunque sempre a spada tratta) pecca sempre e comunque in due cose, chi più chi meno: dinamica e dettaglio nel midrange. Che sono proprio i due punti forti degli Orange. Vi faccio ad esempio notare che la Mooer, la quale fa mini stompbox digitali che emulano praticamente tutti i principali ampli, non ha un pedale che emuli l'Orange.

Si va quindi sugli stompbox. Anche qui è difficile trovare materiale serio, ma qualcosa c'è. Vi riporto quindi i risultati delle mie ricerche. L'ordine non è di qualità o preferenza. Ho cercato di dare un senso in base al modo di utilizzo.

1. ORANGE BAX BANGEETAR GUITAR PRE EQ

https://www.youtube.com/watch?v=JxXYszOMT2w&t=250s

Se vuoi un suono orange, parti dalla Orange ! Questo pedale ha controlli della banda media estremamente dettagliati, e un range di gain veramente assurdo (si va dal crunch al metal, grazie anche proprio alla possibilità di scavare o gonfiare le medie a piacimento). Ha anche un clean boost integrato (pre-gain) per incrementare ulteriormente la saturazione a piacimento (fisso +5dB). L'uscita con cassa simulata, dalle demo che ho sentito, è invece non all'altezza. O meglio. Richiede tanto lavoro di EQ per bilanciare le differenze di suono: non si passa dall'ampli al PA in maniera diretta e questo può essere un problema. Non lo sceglierei per questa feature che mi sembra molto al di sotto del valore complessivo del pedale. E' un pedale pensato per essere usato come pedale, da sparare nel canale pulito di un ampli, e non come preamp. Infatti, all'atto pratico, è un monocanale. Se è spento, il suono passa indisturbato (via buffer) quindi non avete un vero canale clean.

https://orangeamps.com/products/fx-peda ... bangeetar/

Prezzo: dai 300 ai 400 euro.
Simile al suono Orange? sì, totalmente e con versatilità
Totalmente analogico: sì
Canali: 1 + boost
Controlli: molto dettagliati
Dimensioni: ingombranti
True bypass: no
Cab emulator: sì, ma a parere mio suono molto diverso dall'out principale.

2. ORANGE GETAWAY DRIVER

https://www.youtube.com/watch?v=8S84_9iq8js

Rimanendo in casa Orange, abbiamo un'alternativa più semplice e economica. Il Getaway Driver richiama la circuitazione, in larga misura, del Bax Bageetar (viene enfatizzato il discorso che il circuito di guadagno è in classe A) ma con controlli molto più user friendly (classici vol, tone, gain). E' impostato, insomma, come un classico distorsore. Il suono ha ancora una buona versatilità, anche se ovviamente le escursioni consentite sono più ridotte. RImane più nell'ambito rock che metal. Il controllo di tono è in effetti un mix fra tono e presence, con quindi un focus aggiuntivo sulle alte. E' una buona scelta per chi vuole il suono Orange ma non ne vuol fare il suo suono principale oppure sa che non avrà bisogno di modifiche sostanziali. Anche questo è da usarsi come stompbox. L'uscita addizionale è spacciata sul sito per cabinet emulator. Ma a parere mio è orrenda, infatti è etichettata come uscita cuffie e la userei solo per quello e null'altro.

https://orangeamps.com/products/fx-peda ... ay-driver/

Prezzo: 150 euro.
Simile al suono Orange? sì, nell'ambito di sonorità classiche.
Totalmente analogico: sì
Canali: 1
Controlli: vol, tone, gain
Dimensioni: medie
True bypass: ?
Cab emulator: dichiarata ma a parere mio molto mal fatta, cambia troppo il carattere del pedale.

3. ONE CONTROL FLUORESCENT ORANGE

https://www.youtube.com/watch?v=WtkMFG7pv4k

Ci spostiamo su produzioni più economiche, rimanendo nell'ambito "stompbox" classico da mandare nell'input dell'ampli. La One Control ha una linea di pedali incredibilmente vasta, probabilmente poco noti in Italia. Questo distorsore è molto classico e compatto (siamo nel formato mini). Onestamente, io di Orange (almeno in senso classico) ci sento veramente poco. Forse è ispirato a qualche ampli di ideazione più recente con il quale non ho mai suonato. E' un pedale hi-gain, tre controlli (vol/presence/gain) orientati più alle alte frequenze che alle medie (presence invece che tone). Lo cito per completezza, ma se cercassi un suono Orange classico non mi orienterei su questo. E' troppo crudo e fuzzoso per i miei gusti, manca il bel gonfo sulle medie, e ritengo derivi dal fatto che qui il clip è a diodi, mentre nei due pedali citati in precedenza si usavano i FET. Per contro il prezzo è estremamente vantaggioso.

http://www.one-control.com/fluorescent- ... a-box.html

Prezzo: 60 euro.
Simile al suono Orange? no, sento poche analogie con il suono originale
Totalmente analogico: sì
Canali: 1
Controlli: vol, presence, gain
Dimensioni: mini
True bypass: si
Cab emulator: no

4. WAMPLER CATAPULP

https://www.youtube.com/watch?v=oC6gcJmjePI

Torniamo più alti come livello di pedale, e andiamo su un bel Wampler, il cataPulp. Espressamente ideato per richiamare la sonorità Orange, è uno stompbox classico con una buona varietà di controlli (vol/gain/ 3 band eq). E' sicuramente ispirato alle produzioni Orange più recenti e la sua flessibilità è confinata nella sezione hi-gain. Anche a bassi settaggi di gain satura subito con grande intensità, senza però perdere quel carattere ciccione Orange (cosa che invece succede con il One Control). Risponde molto bene al potenziometro del volume della chitarra, grazie al quale si può andare su sonorità più crunch e meno sature. Per me è un ottimo pedale per chi vuol fare metal dal classico in su con un bel carattere personale. Con accordature drop deve essere una bomba, ma non ho potuto fare il test.

https://wamplerpedals.com/products/catapulp

Prezzo: 200 euro.
Simile al suono Orange? sì, nell'ambito hi-gain
Totalmente analogico: sì
Canali: 1
Controlli: vol, gain, 3 band eq
Dimensioni: standard
True bypass: si
Cab emulator: no


5. YERASOV FETUBE BRITISH CITRUS BC-5

https://www.youtube.com/watch?v=r0pq3bdp76g

Giuro che non conoscevo assolutamente questa marca russa di pedali. E' stata una scoperta piacevole. Ma andiamo con ordine. Questo, a differenza dei pedali precedenti, è un preamp a tutti gli effetti, o almeno così lo chiamano (non trovo online il manuale in inglese, per cui non so se davvero ho un output sufficiente da pilotare un finale). Comunque, a differenza di tutti i precedenti, è un due canali e, di fatto, non ha il bypass. Inoltre ha un loop fx. Quindi mi aspetto ragionevolmente che possa entrare direttamente in un finale ma prendete questa affermazione con le pinze. Il fatto che abbia due canali mi piace parecchio, perché così si ha sia un buon clean che un buon distorto (e questo non lo rende un semplice stompbox come i precedenti). Ma non è bypassabile. I controlli sono accurati per entrambi i canali clean e distorto, volume, gain, 3 band eq (il distorto ha in più un presence post-fx loop). Il suono è incredibilmente convincente e se andate a vedere il confronto finale nel video che ho linkato con un Orange vero e proprio rimarrete a bocca aperta. L'uscita emulata è ancora una volta un'uscita cuffie, ma ha la particolarità di avere un output molto alto, tanto da poter pilotare a volumi umani una cassa passiva (cosa onestamente sorprendente). Risulta comunque più "freddina" rispetto all'uso nell'ampli vero, e anche rispetto all'uso di un IR loader esterno (come si vede nel video) paga onestamente un po' in termini di qualità (il suono è più freddo). Ancora una volta, con un'eq più mirata si migliora, ma è scomodo doverla cambiare per compensare e poi - in termini generali - ho l'impressione che l'uscita emulata cambi un po' troppo la pasta della distorsione e questo non lo risolvi con l'eq. Ad ogni modo, per il prezzo che ha (sorprendentemente basso), è un prodotto da tenere assolutamente in considerazione come main equipment se si cerca il sound orange a tutto tondo.

http://yerasov.com/catalog/preamps/fetu ... itrus-bc-5

Prezzo: 170 euro.
Simile al suono Orange? sì, incredibilmente simile
Totalmente analogico: sì
Canali: 2 (no bypass)
Controlli: vol, gain, 3 band eq
Dimensioni: grandi
True bypass: no
Cab emulator: si, un po' freddina. Però è in grado di pilotare una cassa per chitarra, cosa ottima per lo studio ad esempio.

6. AMT O2

https://www.youtube.com/watch?v=nql98IEZVEY

Rimaniamo nella grande madre Russia. AMT è altra azienda molto interessante. E' diventata abbastanza nota anche negli States da quando ha aperto una branch lì. E' stata fra le prime a lavorare sull'idea di pedale che riproducesse in toto un amplificatore, sulla falsa riga dei ben noti emulatori digitali, ma in analogico.
L'O2, da quel che posso sentire nelle demo online, è un bell'aggeggio che fa questo lavoro fino in fondo. E' un preamplificatore completo, ma con tre uscite separate: diretta (uso stompbox puro, distorto o true bypass... in questo caso non agisce da preamp ma da distorsore), preamplificata (due canali, clean e distorto, per entrare nel return di un amplificatore o in un finale) e cab simulated (per entrare in un banco mixer o PC).
Il canale distorto ha i classici 5 controlli di un ampli: volume/gain/3 band eq. Se lo usate in modalità stompbox il pedale finisce qui ed è un classico distorsore, tipo il Wampler.
Se invece lo usate come preamp o con l'emulatore di cassa, il pedale ha anche un canale pulito molto semplice, sul quale però potete fare ben poco. Ha una manopola volume per bilanciare il suono e un pulsantino clean boost che vi permette di passare da un pulito super cristallino a un leggero crunch. Su questo canale pulito l'equalizzatore non agisce. E' comunque una possibilità in più che a me fa molto piacere, così che si possano continuare ad usare anche altri pedalini, che è poi il senso di un pre.

https://amtelectronics.com/new/amt-o2/

Prezzo: 160 euro.
Simile al suono Orange? sì, buon suono classico e discreta spinta ad alti gain
Totalmente analogico: sì
Canali: 2 (no bypass) se usato in modalità preamp, 1 canale con bypass se usato in modalità stomp
Controlli: vol, gain, 3 band eq per il distorto, level e boost swtich per il pulito
Dimensioni: classico stompbox
True bypass: si/no (dipende dal modo)
Cab emulator: si, onestamente dalle demo che ho sentito una delle più convincenti.

7. JOYO JF310 ORANGE JUICE

https://www.youtube.com/watch?v=SiK08mA9e_A

Welcome to China ! Non poteva mancare un piccolino orientale nella lista. Il Joyo Orange Juice è il più economico che ho trovato, ma non è assolutamente il peggiore dei (talvolta presunti) emulatori di Orange. La particolarità di questo pedale (direi analogico, ma forse non integralmente, il sito è estremamente scarno) è che l'emulatore di cassa è sempre attivo, e non può essere disattivato. La cosa, dalle varie demo che trovo, non crea troppi problemi e il pedale suona quantomeno decente in ogni circostanza. Ha 4 controlli, volume, gain, tone e voice (che mi sembra suonare come un presence). E' in formato mini, molto compatto. Devo dire che, per quanto estremamente essenziale nel suono e non particolarmente ricercato, quantomeno mi ha dato l'impressione di riuscire a catturare il sound più vintage degli Orange, con quella bella mediosità di cui si parlava. E' true bypass e lavora in modalità stomp, monocanale o bypass. Quindi io lo userei in ogni caso come distorsore in un ampli... il che obiettivamente mi stride con l'impossibilità di disattivare la simulazione di cassa, perchè quando il pedale è disattivato ti trovi senza cabinet e in pratica senza un canale clean, se sei in un mixer.

http://www.joyoaudio.com/en/product/show_215.html

Prezzo: 50 euro.
Simile al suono Orange? sì, soprattutto nell'ambito suoni classici, mentre sull'hi gain secondo me non ce la fa
Totalmente analogico: non ci metterei la mano sul fuoto
Canali: 1+bypass
Controlli: vol, gain, tone, voice (presence)
Dimensioni: mini
True bypass: s
Cab emulator: si, non può essere disattivata


PRODOTTI FUORI PRODUZIONE

- Tech21 SansAmp Character Serie Oxford. Eh, che dire? Secondo me era il migliore in assoluto da usare standalone (intendo, per entrare direttamente nel mixer) a livello di suono. A distanza di 20 anni credo che la tecnologia SansAmp di Tech 21 rimanga una delle migliori analogiche per simulare la risposta di finale e cassa. Il problema della character series però era nell'impostazione generale, che ha portato alla chiusura dell'intera linea (tranne dell'emulatore del fender tweed, e ora capirete perchè): suona come un emulatore di ampli, ma è concepito come stompbox pura. Lo trovo un ibrido poco sensato sui suoni distorti. Quando è off, si disattiva il simulatore di cabinet e va in true bypass. Il che su una distorsione pensata per entrare direttamente nel mixer lo trovo poco pratico, perché ti ritrovi senza canale clean a meno di fare un setup complicato con A/B box (e acquisto di un secondo pedale per i clean) e via discorrendo. E se lo usi in un ampli come distorsore classico, devi spegnere sempre il simulatore di cassa (ma a questo punto ci sono pedali equivalenti più economici). Siccome non costava poco (200-250 euro), ha avuto poco successo. AMT ha risolto questo problema intruducendo un canale clean molto generico ma che ti salva.

https://www.youtube.com/watch?v=BdWcMxXoG7U


- EarthQuaker Devices Monarch. Altra marca molto poco conosciuta. A me questo pedale, fra l'altro, piace moltissimo, perché cattura il suono medioso e per nulla vetroso (quasi fuzz) degli ampli Orange degli anni 70. Molto dinamico, con volume, gain, regolazione di alti e basse. Ha quel carattere principalmente vintage che però consente anche di salire pesantemente di gain all'occorrenza e con la giusta chitarra. Se vi convince e vi interessa, a un centinaio di euro si trovano i KIT di montaggio. Bisogna saperci fare di saldatore, però.

https://www.earthquakerdevices.com/monarch
https://www.youtube.com/watch?v=pGYeBDYg3N8


MIE considerazioni finali

A me interessa in questo momento un sound più classico. Dico la verità. Se suonassi in un amplificatore e volessi un suono Orange vintage, mi metterei in caccia di un Monarch usato, anche se la ricerca sarebbe da fare in mezzo mondo, oppure mi farei il kit di montaggio. E' quello che mi ha convinto di più. Sennò andrei sul Bangeetar, budget permettendo. In ambito metal, il Wampler catapulp. Questo vale anche se non volete usare l'ampli ma un IR loader esterno (tipo Mooer Radar o simili), anche se la mancanza di un finale si sente, per esperienza mia, e quindi c'è da smadonnare non poco per settare le specifiche della cassa virtuale se volete avere davvero il suono che avreste in un ampli (il che vanifica abbastanza l'immediatezza della logica stompbox).

Alla fine, credo che mi orienterò sull'AMT O2 per via della flessibilità totale. Mi capita di suonare in qualsiasi circostanza e viaggio con un setup veramente minimal. DI default preferisco entrare nel PA, senza ampli, e quindi mi piace avere un pedale che già consente questa opzione senza device aggiuntivi. Ma all'occorrenza si può collegare anche all'input o al return di un ampli. Inoltre il pulito molto neutro si mangia bene altri pedali. Sostanzialmente ha l'immediatezza di una stompbox con tutti i vantaggi in termini di comodità di una pedaliera a modelli fisici, e se vi servono pochi suoni vale la pena.


Se ne conoscete altri, scrivetelo qui sotto !!

PS: per chi mi conosce, sì, per anni mi sono portato dietro una pedaliera digitale e non me ne pento. E' solo che mi sono reso conto che, in conclusione, usavo sempre gli stessi 2/3 suoni... e allora mi son detto che forse si poteva ottimizzare e avere finalmente il suono che desidero da anni, ovvero quello Orange, di buona qualità. Perdendo ovviamente in flessibilità e possibilità di sperimentare.
Fender Strat Am. St. 1991
Zoom G5 -> DB Cromo 8+

Chitarre che ho avuto: Gibson LP Studio 2002 % MusicMan Axis SS % Vigier Excalibur Original % Fender Malmsteen, Strat Am.St. 2006, Classic Pl. 60 e T-Bucket 400CE % Dean ML USA % Ibanez RGT3020, A300E-VV e SIX70FDBG % Jackson RX10D % Yamaha Pacifica 112 e 821 % Takamine P1DC

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite